Obbligo di adeguare i siti internet alla Cookie Law entro il 2 giugno

computer privacy
Entro il prossimo 2 giugno i titolari di siti web devono adeguare il loro portale alla normativa europea sui cookie, come stabilito dal Garante della Privacy. Importanti le sanzioni previste.
Si comunica ai clienti che utilizzano il portale fornito da SI.net che le modifiche richieste dal Garante verranno messe a disposizione gratuitamente, essendo considerate un adeguamento normativo.

Scade il 2 giugno il termine per adeguare tutti i siti internet alla Cookie Law, come stabilito dal Garante della Privacy con provvedimento adottato l’8 maggio 2014: “Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”. Argomento nuovamente affrontato con le “Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line” del 19 marzo 2015.

Come illustrato dal Garante nella specifica sezione FAQ del sito, “I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente”.

Come precisato dal Garante, nel momento in cui si accede alla home page (o ad altra pagina) di un sito web, deve immediatamente comparire in primo piano un banner di idonee dimensioni (ossia di dimensioni tali da costituire una percettibile discontinuità nella fruizione dei contenuti della pagina web che si sta visitando) contenente una serie di informazioni sull’utilizzo dei cookies all’interno del sito stesso.

E’ inoltre necessario fornire all’utente del sito un’informativa estesa, che dia ulteriori indicazioni relative all’uso dei cookie tecnici e analytics, della possibilità di scegliere quali specifici cookie autorizzare e della possibilità per l’utente di manifestare le proprie opzioni in merito all’uso dei cookie da parte del sito anche attraverso le impostazioni del browser, indicando almeno la procedura da eseguire per configurare tali impostazioni.

L’utente fornisce il proprio consenso tramite il proseguimento della navigazione, cliccando sui link o scorrendo la pagina.

In caso di mancato adeguamento sono previste sanzioni amministrative:
• Da € 6.000 a € 36.000 per omessa informativa o informativa non idonea.
• Da € 10.000 a € 120.000 per installazione di cookie senza il consenso degli utenti (mancanza del popup).
• Da € 20.000 a € 120.000 per omessa o incompleta notificazione al Garante (nel caso si utilizzino cookie di profilazione è necessario effettuare una notifica al Garante secondo l’ex articolo 37, comma 1, lettera d).

Si comunica ai clienti che utilizzano il portale fornito da SI.net che le modifiche richieste dal Garante verranno messe a disposizione gratuitamente, essendo considerate un adeguamento normativo.

Per qualsiasi ulteriore informazione in proposito è possibile scrivere a programmazione@sinetinformatica.it

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.

Per ricevere aggiornamenti sulle tematiche relative all’innovazione e all’ICT iscriviti alla nostra newsletter.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Eventi e Scadenze

EVENTO: Seminario gratuito a Pietra Ligure su CAD e dematerializzazione nella PA 28 settembre 2017
SCADENZA PA: UFF. PROTOCOLLO - termine preparazione piano di fascicolazione per l'anno successivo 30 novembre 2017
SCADENZA PA: adesione delle PA al circuito SPID 31 dicembre 2017
SCADENZA PA - Redazione attestazione misure di sicurezza adottate 31 dicembre 2017
SCADENZA PA: UFF. PROTOCOLLO - redazione elenco dei fascicoli da trasferire nell'archivio di deposito 10 gennaio 2018
SCADENZA PA: UFF. PROTOCOLLO - riversamento registrazioni Protocollo Informatico 28 febbraio 2018
SCADENZA PA: Obiettivi di accessibilità 31 marzo 2018

Tweet recenti