Come scoprire che il video realizzato dalla biblioteca del proprio Comune sta impazzando sul web tedesco? Come avvisare i cittadini dei problemi legati al terremoto di fine gennaio e all’eccezionale nevicata di febbraio? Come promuovere le iniziative culturali cittadine?

Le risposte può darcele il Comune di Cesate, che ha vissuto queste ed altre esperienze nella fase di start-up della propria presenza sui social network. Una presenza forte, strutturata, che ha visto il Comune del milanese, circa 14.000 abitanti, consolidare il proprio rapporto con i cittadini tramite l’utilizzo di Facebook e Twitter insieme a YouTube e Flickr.

Una scelta condivisa dal sindaco Roberto Della Rovere e dal suo staff, preceduta dallo studio di un accurato piano di comunicazione che nulla ha lasciato al caso. Sono stati infatti analizzati i diversi social network e le relative caratteristiche, al fine di scegliere gli strumenti più adatti per entrare in relazione col cittadino. Per ciascuna piattaforma si è poi declinata la comunicazione, in relazione alle peculiarità dello strumento.

I social network sono degli straordinari strumenti di comunicazione e interazione in tempo reale, capaci di apportare nuova linfa ai principi di trasparenza, efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa. E’ per questo che le Amministrazioni più attente ne hanno colto subito le potenzialità e, come il Comune di Cesate, scelgono un approccio strutturato e condiviso tra Uffici ed Ammistrazione.

Il Comune ha investito sul personale, in termini di organizzazione e formazione delle risorse, per una presenza proficua sui social network. La gratuità delle piattaforme e l’apparente facilità d’uso degli strumenti non devono infatti trarre in inganno: sul web 2.0 non si può improvvisare, ma occorre una precisa linea strategica da seguire al fine di offrire un reale servizio al cittadino.

Il ritorno di immagine per il Comune e per il territorio che ne scatuirisce, non è che il naturale risultato di un’attività ben congeniata. Basti pensare al video realizzato e pubblicato su YouTube dalla Biblioteca di Cesate “La biblioteca per tutti, di tutti”, che ha ricevuto apprezzamenti anche su diversi siti tedeschi. Un video che trae forza dalle bellissime e colorate immagini, dalla musica originale e dalla proficua collaborazione tra chi in biblioteca ci lavora e chi la frequenta, uniti dalla passione per la cultura e dall’apertura al confronto. Tutto ciò è trasmesso a chi lo guarda… ed ecco che la viralità nasce spontaneamente da quella che è una viva realtà culturale e territoriale.

Il Comune ha potuto verificare il successo del video pubblicato su YouTube oltre i confini nazionali grazie all’azione di monitoraggio intrapresa su Twitter, seguendo – tramite un’apposita piattaforma di gestione dei social network – le menzioni del Comune di Cesate su scala mondiale. Ed ecco che grazie al web 2.0 è possibile non solo dialogare proficuamente con i propri cittadini, ma entrare in contatto con la realtà globale, stabilendo interazioni fino a poco tempo fa impensabili.

Grande successo anche per il profilo su Facebook della Biblioteca che, con oltre 2.780 iscritti, è in costante crescita. Il profilo, già esistente da tempo, ha subito un restyling e continua ad ospitare con successo notizie, immagini e frizzante quotidiano della vita in biblioteca (una realtà ben lontana dalla rappresentazione seriosa e polverosa dell’immaginario collettivo).

La pagina istituzionale del Comune di Cesate su Facebook, appena nata, ospita già diversi album fotografici, tra cui: “Com’è bella la città com’è grande la città”, “Le piazze del sapere e delle libertà” “Suggestioni del bosco di Cesate”, “Utopia, la città possibile”, “La poesia della neve nei boschi di Cesate”… quale migliore presentazione per il territorio? Oltre alle immagini, tanto altro: dalle notizie in tempo reale di interesse per i cittadini (potenziamento rete idrica, interruzioni stradali, censimento) alla promozione delle attività del Centro di Aggregazione rivolto ai ragazzi dagli 11 ai 20 anni.

Per il Comune, così come per la Biblioteca, sono stati creati anche i profili su Twitter, social network che, con soli 140 caratteri, consente di informare e comunicare con i cittadini, i media e potenzialmente il mondo intero. Le notizie di Twitter, che saranno presto integrate nell’home page del sito, costituiscono una piccola rassegna delle comunicazioni del Comune verso i Cittadini. La possibilità inoltre di monitorare ciò che sul social network cinguettante si dice del Comune, costituisce essa stessa per l’Amministrazione una sorta di rassegna di umori, necessità e tendenze legate al territorio e alla comunità.

Come ha ben capito il Comune di Cesate, i social network costituiscono non solo il mezzo più appropriato per raggiungere il cittadino attraverso gli strumenti a lui più congeniali, ma anche il miglior strumento per ottenere un immediato feedback e una partecipazione attiva da parte degli stessi in merito alle attività istituzionali e culturali dell’Ente.

Per lo screening iniziale, il piano di comunicazione e la fase di start-up, il Comune si è avvalso dell’affiancamento dell’area Comunicazione della nostra società: la SI.net Servizi Informatici ha al suo attivo importanti esperienze di studio, formazione e consulenza sul web 2.0 per le PA, tra cui il video entrato a far parte del Quinto Tavolo Nazionale sulla Comunicazione Pubblica e l’intervento al seminario “Il web 2.0 e le frontiere della relazione con il cittadino”, nell’ambito del progetto “MiglioraPA” del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.